Carrello

Nessun Prodotto nel carrello

Totale: 0,00 
21 Marzo 2023

Biostimolanti piante: come promuovere la crescita del raccolto

Biostimolanti in agricoltura: cosa sono e a cosa servono

I biostimolanti sono prodotti naturali, a base di microorganismi come funghi e batteri, che consentono di promuovere la crescita e la salute delle piante, sostenendole in tutto il ciclo di vita. I biostimolanti possono quindi essere utilizzati in fase di germinazione dei semi, ma anche durante il trapianto o raccolta della coltura. In tutte queste fasi promuovono i processi naturali, che contribuiscono al miglioramento dell’assorbimento e uso dei nutrienti e della tolleranza ai fattori di stress abiotici.

Questi prodotti hanno perciò una doppia funzione. Da un lato consentono di migliorare la nutrizione delle piante, favorendone lo sviluppo, e dall’altro offrono una protezione nei confronti di malattie e agenti patogeni, salvaguardandone anche la salute. A differenza di fertilizzanti e altri prodotti simili, hanno inoltre il grande vantaggio di essere completamente privi di sostanze chimiche. I biostimolanti sono perciò più sicuri e rispettosi della salute dell’uomo e dell’ambiente. 

Stimolare crescita radici: i prodotti biostimolanti più efficaci

Naturalmente, per essere certi di ottenere risultati concreti, è fondamentale scegliere i prodotti giusti e quindi affidarsi ad aziende specializzate nella produzione di articoli e integratori per la nutrizione e la difesa delle piante. A questo proposito, ad esempio, noi di Benessence offriamo biostimolanti a base di microorganismi utili, come funghi e batteri, e quindi completamente privi di rischi per la salute dell’uomo e dell’ambiente.

Fra i vari articoli, consigliamo in particolare Tricomic. Questo prodotto è costituito da spore vitali di funghi micorrizici arbuscolari (AM) del genere Glomus spp., Bauveria bassiana e batteri della rizosfera in formulato microgranulare. Distribuito a diretto contatto delle radici al momento del trapianto, determina una maggiore espansione dell’apparato radicale creando una simbiosi benefica con la pianta.

Si tratta quindi di uno stimolante radicale, perfettamente in grado di migliorare l’efficienza della pianta nell’assorbire acqua ed elementi nutritivi. In questo modo è possibile inoltre incrementare positivamente anche la qualità e la quantità di fiori e frutti. Tricomic fornisce poi un supporto dal punto di vista della difesa della pianta. Il prodotto aiuta infatti ad affrontare e superare stress creati dalla presenza di insetti fitofagi come elateridi, ditteri, coleotteri ecc..

I vantaggi di Tricomic

D’altra parte la forza di Tricomic sta proprio nella sua composizione. I funghi micorrizici, in particolare, sono in grado di creare un’interazione simbiotica con la pianta, in modo tale da dare vita ad un reciproco scambio di vantaggi. Di fatto le due specie convivono e si rafforzano a vicenda, divenendo meno suscettibili a infezioni e stimoli nocivi di varia natura. Biologico e 100% naturale, Tricomic è indicato per tutte le colture e non lascia residui. Si tratta perciò di un prodotto perfetto per essere impiegato nell’agricoltura a residuo zero. Fabbricato nel rispetto dell’ambiente e sicuro anche per gli animali domestici, può inoltre essere utilizzato senza il possesso del patentino. Infine, Tricomic è anche un prodotto Beesafe, ovvero privo di rischi per la salute di insetti utili e pronubi.

Come utilizzarlo

Questo biostimolante radicale può essere impiegato in tutto il ciclo di vita delle colture.

  • Nel caso di trapianto di piante orticole, in particolare, si consiglia di utilizzarne 2-3 grammi per pianta, localizzandolo vicino al seme o alla piantina da trapiantare.
  • Per la semina di tappeti erbosi, invece, bisognerà utilizzare 5-10 g/m2 e fresare finemente nello strato superficiale del suolo. In assenza di fresatura, il consiglio è di irrigare abbondantemente.
  • Infine, per la messa a dimora di barbatelle, alberature, piante arboree e ornamentali, è possibile utilizzarne da 10-20 gr sino a 50-150 gr per pianta, in base alle dimensioni ed alla tipologia della coltura.

Ti potrebbe interessare:

-MICRORGANISMI UTILI: QUALI SONO E A COSA SERVONO

-PIANTA ALOE VERA COME COLTIVARLA: TUTTO QUELLO CHE DEVI SAPERE

ACQUISTA I NOSTRI BIOSTIMOLANTI A BASE DI MICORRIZE: