Your Cart

Con una spesa minima di 99€ sul nostro sito, ci aiuterai a piantare altri alberi in giro per il mondo e ne avrai uno in regalo!

Forfora: cos’è, cause e come eliminarla in modo naturale

Cause e come si manifesta

La forfora, o pitiriasi, è una patologia che si manifesta con un’intensa desquamazione del cuoio capelluto, accompagnata spesso da forte prurito e dalla conseguente necessità di grattarsi. Quest’ultima, in particolare, non fa che amplificare il distacco delle squame, peggiorando notevolmente la situazione.

Si tratta perciò di un disturbo da non trascurare e che è bene trattare sin da subito con i rimedi più adeguati. Il primo passo è sicuramente quello di agire sulle cause scatenanti, che possono essere molteplici. La forfora, ad esempio, può essere il risultato di stress e conseguenti cambiamenti ormonali. Non solo, questo disturbo deriva spesso anche da una cattiva alimentazione. L’eccessivo consumo di cibi grassi e di bevande alcoliche, ad esempio, così come la carenza di zinco e vitamine del gruppo B possono favorirne lo sviluppo. E non finisce qui.

La forfora può insorgere a causa di un fungo, la Malasseziafurfur (o Pityrospum), che si nutre del sebo, sostanza grassa e oleosa presente sul cuoio capelluto. Infine, anche una pelle troppo secca o troppo grassa possono favorirne lo sviluppo. Nel primo caso, in particolare, il cuoio capelluto può andare incontro ad infiammazione. Nel secondo caso, invece, la forfora è una manifestazione della dermatite seborroica, patologia che colpisce anche altre parti del corpo, come sopracciglia, angoli intorno al naso, inguine e ascelle.

Tipologie di forfora

Non solo, la forfora può presentarsi sotto forma di due tipologie ben precise: forfora secca e forfora grassa. La prima si manifesta in caso di cuoio capelluto disidratato. Le squame si presentano fini e biancastre e tendono a staccarsi senza particolari segni di irritazione cutanea.

La produzione di forfora secca aumenta soprattutto nel periodo invernale e può ulteriormente incrementarsi nei periodi di maggiore stress. La forfora grassa, invece, si manifesta con squame spesse e giallastre che si staccano dal cuoio capelluto. Spesso alla desquamazione si accompagna un’abbondante produzione di grasso, che rende i capelli unti e la cute oleosa. A differenza di quanto accade con quella secca, in caso di forfora grassa si manifesta anche un forte prurito alla testa, con rischio di dermatite seborroica e caduta di capelli.

Rimedi naturali forfora: ecco i più efficaci

Per tutte queste ragioni, laddove dovesse insorgere un disturbo di questo tipo, è bene agire il prima possibile affidandosi a rimedi efficaci e, al tempo stesso, privi di rischi per la salute. A questo proposito, noi di Benessence proponiamo uno Shampoo Bio Antiforfora, ideale per eliminare la forfora in modo completamente naturale.

Il prodotto, a base di Aloe Vera e ricco di ingredienti biologici, aiuta a ridurne la formazione, mantenendo il cuoio capelluto perfettamente idratato. Gli estratti di ortica e Piroctone olamine agiscono sulle principali cause della forfora, riducendone la formazione. Le Proteine del grano e l’Inulina nutrono i capelli fragili e sfibrati, ristrutturandoli e rimpolpandoli. Non solo, l’Aloe Vera svolge una triplice funzione in quanto consente di combattere l’infiammazione del cuoio capelluto, idratandolo e rigenerandolo al tempo stesso. Formulato seguendo standard particolarmente rigorosi, lo shampoo è inoltre certificato Bio e può essere utilizzato da tutta la famiglia.

Alcune buone abitudini da adottare

Naturalmente, l’uso di un prodotto di questo tipo deve essere accompagnato anche da una serie di buone abitudini, oltre che da uno stile di vita più salutare. È bene infatti curare anche l’alimentazione, riducendo il consumo di cibi grassi e di bevande alcoliche. Non solo, se in caso di forfora secca sarebbe preferibile lavare i capelli quotidianamente, laddove la forfora fosse grassa il consiglio è fare esattamente l’opposto. In particolare bisognerebbe evitare lavaggi frequenti e massaggi prolungati alla cute. Un’eccessiva stimolazione del cuoio capelluto potrebbe avere infatti un effetto controproducente, incrementando la produzione di sebo e, di conseguenza, anche della forfora.

Approfondimenti:
  • Come utilizzare il Gel di Aloe Vera –> CLICCA QUI
  • Qual è lo shampoo naturale che fa per te? –> CLICCA QUI
  • Cuoio capelluto secco e prurito: cosa fare per eliminarlo? –> CLICCA QUI
Prova i nostri prodotti:
Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *