regime alimentare

Il corretto regime alimentare: alimentazione sana ed equilibrata

Regime alimentare e dieta dimagrante: le differenze

In italiano corrente, il termine “regime alimentaresi sovrappone abitualmente al termine dieta.

La dieta indica metodi per variare il peso corporeo, per attenersi alle prescrizioni relative a particolari quadri clinici, come quelle per ottenere differenti risultati sul proprio fisico, per esempio, le diete dell’atleta.

La dieta pertanto non è necessariamente privativa, infatti può essere uno stile di vita che magari si abbina a pratiche sportive o ricreative. 

Con dieta si intende quindi un regime alimentare controllato il cui scopo finale è il benessere psico-fisico.

Diverso è, invece, il regime alimentare dimagrante. In questo caso, con dieta dimagrante si intende un regime alimentare ipocalorico o restrittivo atto a produrre una riduzione di peso corporeo nella persona che lo segue.

Perché seguire un regime alimentare corretto?

Già nel 1800 il filosofo tedesco Feuerbach affermava “siamo ciò che mangiamo”, e aveva perfettamente ragione!

Nei recenti anni, diversi studi scientifici hanno dimostrato come il cibo che introduciamo influenzi la nostra salute, il nostro organismo e il nostro pensiero.

Un corretto regime alimentare, quindi sano ed equilibrato, garantisce il giusto apporto di nutrienti per soddisfare il fabbisogno del nostro organismo. Inoltre, altri studi hanno dimostrato come introdurre regolarmente alcuni cibi nella nostra dieta quotidiana possa prevenire diversi tipi di patologie.
Secondo l’Organizzazione Mondiale della Sanità, circa 1/3 delle malattie cardiovascolari e dei tumori potrebbero essere evitati grazie a una equilibrata e sana alimentazione.

Alimentazione sana ed equilibrata
regime alimentare

Una vita in salute ha alla base un’alimentazione sana ed equilibrata!

Il nostro organismo trasforma e processa il cibo che introduciamo per ricavare e produrre energia in grado di sostenere tutte le cellule, gli organi e i tessuti del nostro corpo; per questo è importante variare l’alimentazione in modo equilibrato.

Per comprendere meglio in che modo variare e bilanciare la dieta, è necessario calcolare il fabbisogno energetico giornaliero.

Il fabbisogno energetico giornaliero varia prendendo in considerazione diverse caratteristiche del soggetto, tra cui:

  • il genere;
  • l’età;
  • il peso corporeo e l’altezza;
  • la frequenza di attività sportiva;
  • lo stile di vita (es. sedentario);
  • le abitudini lavorative.

Partendo da una base generica, possiamo però suddividere – a grandi linee – le percentuali energetiche di un regime alimentare corretto per una persona adulta (> 18 anni) nel seguente modo:

  • Proteine: 10-15% del fabbisogno energetico; ne sono ricchi legumi, carne, pesce, uova, latte e derivati
  • Lipidi (o grassi): 30-35% del fabbisogno calorico; è meglio preferire i grassi di origine vegetale come l’olio extravergine di oliva e della frutta secca
  • Carboidrati: circa il 50-55% del fabbisogno energetico; si trovano nei cereali, legumi e tuberi.

Cosa si intende per alimentazione sana?

Un’alimentazione sana è quella che fornisce giornalmente la quantità di nutrienti corrispondente al proprio fabbisogno; per questo gli atleti, ad esempio, hanno necessità differenti e seguono delle percentuali diverse rispetto a coloro che conducono uno stile di vita sedentario.

Vale lo stesso per coloro che si trovano sottopeso, sovrappeso, persone affette da patologie particolari, donne in gravidanza o in fase di allattamento: in questi casi è bene rivolgersi a un nutrizionista specializzato per richiedere una consulenza personalizzata e farsi seguire durante tutto il percorso.

In alcuni casi, seguire un’alimentazione sana ed equilibrata non è sufficiente a darci le energie necessarie a svolgere le attività quotidiane, questo può avvenire in particolari momenti della nostra vita, come periodi di stress o cambi di stagione. In questo caso è possibile integrare a un corretto regime alimentare, l’assunzione di integratori naturali.

Regime alimentare dimagrante

E luogo comune pensare che per perdere peso basti ridurre drasticamente i pasti o addirittura tagliarli dalla propria dieta, niente di più scorretto!

L’obiettivo di una dieta dimagrante è quello di migliorare la composizione corporea, e quindi avere a cuore lo stato di salute del proprio corpo, non mirare a un semplice “alleggerimento del peso”.

Quando rivolgersi a un nutrizionista

regime alimentare

Quando si tratta della propria salute, è bene non andarci alla leggera e valutare seriamente di essere seguiti da professionisti del settore.

Il nutrizionista è una figura professionale riconosciuta dalla legge.

Grazie alla sua professionalità, il nutrizionista è in grado di indicarci quale è il regime alimentare più adatto a noi, tenendo in considerazione non solo la nostra necessità di perdere peso, ma anche i fattori rilevanti per non mettere a rischio la nostra salute.

Il ruolo del nutrizionista è quello di accompagnarci in un percorso di educazione e consapevolezza alimentare.

E importante imparare a mangiare in modo corretto, seguire un regime alimentare sano ed equilibrato, fare degli abbinamenti alimentari non solo adatti per perdere peso, ma capaci di essere seguiti nel lungo termine per evitare di ricadere in abitudini scorrette con il rischio di riacquistarlo.

Prendere seriamente il proprio regime alimentare, facendosi anche seguire da un professionista, significa guadagnare in salute, energia, consapevolezza, ma soprattutto benessere!

Prova i nostri prodotti