Your Cart

Con una spesa minima di 99€ sul nostro sito, ci aiuterai a piantare altri alberi in giro per il mondo e ne avrai uno in regalo!

Punture medusa: i rimedi naturali più efficaci

Punture medusa rimedi: cosa fare

In estate le punture di medusa sono senza dubbio uno dei disagi più frequenti. In questa stagione, infatti, soprattutto quando le temperature sono molto alte, questi animali tendono ad aumentare, concentrandosi anche lì dove l’acqua è più bassa.

Occorre quindi fare molta attenzione, in modo tale da evitare qualsiasi contatto, che potrebbe risultare molto pericoloso. Le meduse, infatti, si difendono emettendo un liquido urticante che, a contatto con la pelle, genera un’irritazione accompagna da forte bruciore. In questi casi, il dolore può essere molto fastidioso, impedendo persino i movimenti. Per questo motivo, è bene intervenire il prima possibile, utilizzando rimedi efficaci e al tempo stesso privi di rischi.

A questo proposito, ad esempio, è bene risciacquare ripetutamente la parte colpita con acqua di mare, in modo da diluire le tossine rilasciate dai tentacoli non ancora penetrate nella pelle. Al contrario, bisognerebbe evitare l’acqua dolce in quanto potrebbe favorire la rottura delle cnidocisti (strutture urticanti che le meduse usano per difendersi) rimaste sulla pelle ed aumentare perciò il dolore della vittima. Il secondo step è quello di verificare che non vi siano tentacoli o residui rimasti sulla cute. Questi ultimi, infatti, potrebbero continuare a rilasciare veleno e devono per questo essere asportati. È possibile farlo utilizzando un coltello (naturalmente non dalla parte della lama) o una tessera di plastica rigida. 

Punture medusa: cosa evitare

Per evitare il peggioramento del bruciore sarebbe inoltre opportuno evitare determinati comportamenti, che spesso vengono messi in atto inconsapevolmente. Dopo la puntura di medusa, ad esempio, molte persone hanno la tentazione di grattare la parte colpita. Cedere a questa reazione istintiva significherebbe rompere le eventuali cnidocisti residue, liberando ulteriore veleno.

Il consiglio perciò è di evitare ogni sfregamento della zona colpita e, soprattutto, di non toccare gli occhi e la bocca. E non finisce qui. Nelle settimane successive, infatti, l’arrossamento dovuto alla puntura potrebbe lasciare il posto ad un’iperpigmentazione della cute. In questi casi è bene proteggere questa zona del corpo, evitando l’esposizione ai raggi solari che potrebbero renderla duratura. Di conseguenza, per scongiurare la comparsa di macchie cutanee scure, sarebbe opportuno coprire la parte colpita dalla puntura fino alla completa guarigione.

Come trattare le punture?

Fra i rimedi naturali, invece, è bene fare attenzione ai classici “consigli della nonna” che, in alcuni casi, potrebbero avere un effetto contrario a quello desiderato. In particolare, urina, aceto, limone, alcol e ammoniaca potrebbero ulteriormente infiammare la parte colpita. Per lenire il bruciore sarebbe quindi preferibile utilizzare una crema o un gel a base di cloruro di alluminio, meglio se ad una concentrazione del 5%. Questo prodotto, generalmente reperibile in farmacia, serve infatti a calmare qualsiasi genere di prurito, bloccando la diffusione delle tossine.

Non solo, qualora si volessero utilizzare solo rimedi naturali, il consiglio è di provare con il gel di Aloe Vera. Questa pianta infatti ha ottime proprietà lenitive e idratanti ed è quindi perfetta in caso di scottature, irritazioni e punture di insetti e animali. Il gel, in particolare, può essere applicato su qualsiasi zona del corpo anche più volte al giorno e svolge un’azione riparatrice sulla cute, favorendo la rigenerazione cellulare.

A questo proposito, noi di Benessence consigliamo Veraskin gel, gel di Aloe Vera al 98,8%. Il prodotto è formulato seguendo standard particolarmente rigorosi ed è inoltre certificato BIO. A differenza dei principali cosmetici, la sua composizione è priva di acqua, in sostituzione della quale viene utilizzato esclusivamente succo di Aloe vera. La crema è quindi 100% Vegan. Veraskin gel può inoltre essere utilizzata anche in caso di infiammazioni e infezioni della cute e come prodotto anti-età, per combattere le rughe e i segni del tempo.

Continua a leggere…

  • Scottature solari: i migliori rimedi naturali –> CLICCA QUI
  • Dieta disintossicante: i migliori cibi e bevande detox –> CLICCA QUI
  • Ritenzione idrica gambe: sintomi, cause e come risolverla –> CLICCA QUI
Prova il nostro gel di Aloe Vera puro: