stanchezza fisica

Stanchezza fisica: da cosa dipende e come affrontarla

Stanchezza fisica e mentale: tutte le cause

La stanchezza è una sensazione di debolezza che conosciamo molto bene. Capita a tutti infatti di sentirsi stanchi alla fine di una dura giornata di lavoro, così come dopo aver trascorso una notte insonne.

Eppure, in alcuni casi, è possibile avvertire questa sensazione di spossatezza senza che vi sia una ragione ben precisa. Questa stanchezza si manifesta per un tempo più lungo, diversi giorni o addirittura mesi, e tende a diventare cronica. Certamente si tratta di una condizione da non sottovalutare e che deve essere monitorata attentamente.

stanchezza fisica

Dietro una sensazione di stanchezza fisica cronica potrebbero nascondersi infatti alcuni disturbi ben precisi. Il nostro organismo potrebbe ad esempio presentare alcune carenze nutrizionali, che andrebbero perciò compensate attraverso una dieta sana e adeguata, oppure con l’uso di integratori specifici. Non solo, la stanchezza potrebbe dipendere da una condizione di stress prolungato.

In questi casi, generalmente, la stanchezza fisica è accompagnata anche da quella mentale. Nello specifico, si avverte una grande difficoltà di concentrazione a cui si affianca una sensazione di confusione e nervosismo. 

Stanchezza fisica cause: disturbi e patologie

Al di là dello stress e di alcune carenze nutrizionali, la stanchezza fisica potrebbe essere inoltre indice di una patologia importante. Molte malattie hanno infatti come sintomo principale proprio una sensazione di stanchezza e debolezza generali. Fra queste rientrano ad esempio:  

  • Anemia
  • Diabete
  • Fibromialgia
  • Celiachia
  • Enfisema
  • Infarto miocardico
  • Insufficienza epatica

Prima di trarre conclusioni affrettate bisognerebbe però ricordare che ogni malattia prevede una serie combinata di sintomi e non si manifesta perciò esclusivamente con la stanchezza fisica e mentale. La fibromialgia, ad esempio, è accompagnata anche da dolori all’apparato muscolo-scheletrico. Il diabete, invece, presenta diversi sintomi fra cui perdita di peso, vista offuscata e una maggiore predisposizione allo sviluppo delle infezioni.

Di conseguenza, nel caso in cui la stanchezza mentale e fisica non fosse accompagnata da altri disturbi, è molto probabile che si tratti di stress o di una carenza nutrizionale. Nel primo caso, è possibile risolvere eliminando la causa principale di questa condizione di disagio, provando a dedicarsi ad attività più rilassanti, come lo sport e la meditazione. Nel secondo caso, invece, ti consigliamo di provare ad integrare l’alimentazione con prodotti naturali ben specifici.

stanchezza fisica

Stanchezza fisica rimedi: i prodotti più efficaci

Gli integratori per stanchezza fisica, ad esempio, forniscono un valido aiuto nel caso in cui sia impossibile seguire una dieta completa ed equilibrata. Questi prodotti sono infatti in grado di compensare eventuali carenze nutrizionali, migliorando così la salute e il benessere del nostro corpo. A questo proposito, noi di Benessence ti proponiamo Magnesio Citrato.

Magnesio Citrato

stanchezza fisica

Si tratta di un integratore per stanchezza fisica naturale e che permette di compensare eventuali carenze di magnesio. Il fabbisogno di questo minerale è ad esempio molto alto in gravidanza, ma anche nel periodo premestruale. Questo prodotto è adatto a tutte le età e permette di combattere la sensazione di stanchezza fisica e mentale, accompagnata da debolezza e difficoltà di concentrazione. Grazie a Magnesio Citrato potrai migliorare il benessere psico-fisico del tuo organismo, contribuendo al funzionamento di muscoli e nervi.

Non solo, l’integratore promuove anche la crescita di ossa e denti ed è necessario allo svolgimento delle funzioni metaboliche, ovvero ai meccanismi che permettono la produzione di energia e macromolecole indispensabili alla vita.

D’altra parte, il magnesio è coinvolto in più di 300 reazioni cellulari ed è per questo un minerale fondamentale per il funzionamento di tutti gli apparati e per il nostro organismo.

L’utilizzo dell’integratore può incrementarne l’assunzione, anche se il consiglio è di abbinare sempre una corretta e sana alimentazione, così da garantire il giusto apporto di tutti i nutrienti.