Your Cart

Con una spesa minima di 99€ sul nostro sito, ci aiuterai a piantare altri alberi in giro per il mondo e ne avrai uno in regalo!

Colesterolo: cos’è, tipologie e come contenerne l’aumento

Colesterolo: tipologie e differenze

Il colesterolo è una sostanza che appartiene alla famiglia dei lipidi. Presente nel sangue e in tutti i tessuti, in quantità fisiologiche è indispensabile per la costruzione di cellule sane. Nello specifico è possibile distinguere due tipologie di colesterolo: LDL e HDL.

Il primo, detto anche “colesterolo cattivo”, comprende le lipoproteine a bassa densità. Queste ultime si occupano di trasportare il colesterolo nel circolo sanguigno e di rilasciarlo a cellule e tessuti. Si tratta perciò di sostanze molto importanti ma che devono essere tenute sotto controllo.

Livelli elevati di colesterolo LDL possono infatti comportare lo sviluppo di patologie cardiovascolari. In questo caso, il colesterolo in eccesso causa la formazione di depositi di grasso nei vasi sanguigni, che prendono il nome di placche aterosclerotiche. Queste ultime possono ostacolare il passaggio del sangue, provocando infarto e ictus.

Colesterolo HDL: caratteristiche e benefici

Al contrario, il colesterolo HDL, detto anche “colesterolo buono”, comprende le lipoproteine ad alta densità. Queste sostanze si occupano di trasportare il colesterolo dalle arterie verso gli organi che lo utilizzano e lo eliminano. In pratica, si comportano come una sorta di “spazzini”, in grado di raccogliere l’eccesso di colesterolo e veicolarlo al fegato.

Da qui il composto verrà inglobato nei sali biliari, riversato nell’intestino ed in parte espulso con le feci. Il colesterolo HDL svolge perciò un ruolo altrettanto importante e addirittura protettivo nei confronti di numerose patologie cardiovascolari, come infarti, ictus e aterosclerosi.  Elevati livelli di colesterolo HDL non comportano perciò alcun rischio.

Colesterolo alto cibi da evitare

Diversamente bisognerebbe sempre avere sotto controllo il colesterolo LDL, mantenendolo nelle quantità fisiologiche. Per far questo è necessario curare l’alimentazione, riducendo ad esempio il consumo di cibi grassi. Non solo, allo sviluppo di colesterolo alto sono associate anche altre condizioni, come obesità, sovrappeso e fumo. C’è inoltre da dire che alcuni soggetti sono più predisposti a sviluppare ipercolesterolemia.

Le cause di un eccesso di colesterolo possono perciò essere semplicemente di natura genetica. In ogni caso, un buon modo per fare prevenzione è quello di sottoporsi ad esami del sangue regolari. Laddove dovessero riscontrarsi livelli di colesterolo alto, bisognerà intervenire individuando la terapia più adatta al singolo caso.

La dieta, ad esempio, dovrà essere maggiormente orientata all’assunzione di cibi ricchi di omega 3, frutta secca e oli vegetali. Al tempo stesso, bisognerà limitare il consumo di grassi animali o carni eccessivamente grasse, zuccheri, alcol, oli vegetali saturi, latte intero, molluschi o crostacei. Non solo, anche i metodi di cottura svolgono un ruolo molto importante. Per questo il consiglio è di privilegiare cotture a vapore, microonde, a pressione e a bassa temperatura.

Come abbassare il colesterolo con l’Aloe Vera

Infine, un ulteriore aiuto può arrivare dall’assunzione di Aloe Vera, una pianta ricca di proprietà e benefici per il nostro organismo. Nello specifico, l’Aloe Vera è in grado di depurare il nostro organismo e incrementare al tempo stesso l’assunzione dei giusti nutrienti. Non solo, il suo succo è molto utile per ridurre i livelli delle tipologie di colesterolo cattivo nel sangue, prevenendo così lo sviluppo di patologie cardiovascolari, come infarti, ictus e trombi.

A questo proposito, noi di Benessence ti suggeriamo Aloe Tai, un succo di Aloe Vera al 99,8%. L’integratore consente di migliorare le funzioni digestive e depurative, mantenendo sotto controlli i livelli di colesterolo LDL. Realizzato con Aloe Vera biologica e certificato VeganOK, può essere assunto da tutta la famiglia. Non solo, Aloe Tai rappresenta anche un ottimo prodotto per combattere gonfiore addominale, ritenzione idrica e per liberare l’organismo da tossine e liquidi in eccesso. L’integratore è formulato con il minimo di elaborazione per consentire ai componenti naturali della pianta di rimanere inalterati ed espletare al meglio i propri benefici.

Approfondimenti:
  • Colesterolo alto? Risolvi il problema con l’Aloe –> CLICCA QUI
  • Aloe e diabete: un rimedio da non sottovalutare –> CLICCA QUI
  • Vitamine B: tipologie e benefici sulla salute –> CLICCA QUI
Prova i nostri prodotti: