Consegna GRATIS per ordini superiori a 29 euro!

Consigli per coltivare l'Aloe Vera anche in casa

Negli ultimi articoli abbiamo fatto una sorta di excursus sull'aloe vera, parlando della sua storia millenaria e abbiamo visto come estrarne il gel e scoperto anche come preparare creme e bevande per il nostro benessere e salute. Oggi vogliamo insegnarvi come coltivare l'aloe. Partiamo dal suo habitat: l'aloe cresce naturalmente in climi caldi e di tipo desertico e di conseguenza i principali nemici sono l'eccesso di acqua e il freddo, ma nonostante ciò l'aloe è una pianta molto resistente e forte. Ovviamente noi siamo in Italia dove i climi si alternano, ciò però non vuol dire che non possiamo prenderci cura di una pianta di Aloe, vediamo un po' come fare. Per prima cosa dobbiamo avere premura di piantarla in luoghi riparati in cui filtra la luce, infatti è una pianta che ha bisogno di tantissima luce ma meglio non diretta. Per quanto riguarda il terreno invece, deve essere arenoso, sul fondo del nostro vaso mettete del drenaggio e poi mischiate tre quarti di terreno sabbioso; per il restante e ultimo quarto mettete una torba possibilmente acida. Per l'invasamento, la terra deve ricoprire la pianta fino all'inizio delle foglie le quali ovviamente devono stare fuori, una volta fatto ciò annaffiamo la nostra pianta ogni due settimane. D'estate cerchiamo di tenerla in un posto comunque soleggiato, l'inverno invece ha bisogno di essere protetta dal freddo quindi sarà necessario rientrare la nostra pianta e trovarle un luogo ottimale in cui stare. Come vedete non è difficile coltivare un'Aloe, a tal proposito vi ricordiamo che sul nostro shop on line trovate l'Aloe Barbadensis da coltivazione biologica a soli 3,00 euro.