Consegna GRATIS per ordini superiori a 29 euro!

L'esperto Risponde: le proprietà dell'aloe

Sara chiede ai nostri esperti:
salve! come vengono estratti il succo e il gel di aloe vera? Quali principi attivi e sostanze funzionali contiene? Quali sono le loro proprietà e come fanno a svolgere le varie funzioni?
Cara Sara, rispondiamo volentieri alle tue curiosità, qui di seguito trovi il nostro procedimento di estrazione di succo e il gel di aloe vera:
  1. RACCOLTA DELLE FOGLIE: sono scelte esclusivamente foglie di Aloe con 4-5 anni (più vicine al suolo), con un peso minimo di 800 g e circa 50 cm di lunghezza. Infatti, solo queste foglie contengono un’elevata concentrazione di molecole bioattive. Sono impiegate foglie derivanti dalle nostre coltivazioni, le cui produzioni e qualità sono controllate da agronomi. La raccolta delle foglie di Aloe viene eseguita manualmente foglia per foglia, e sono trasportate velocemente (5 minuti) presso i nostri laboratori. Questa esclusiva velocità è possibile grazie alla vicinanza tra le coltivazioni ed il laboratorio, evitando ogni processo di ossidazione.
  2. LAVAGGIO: prima della lavorazione, ciascuna foglia viene lavata accuratamente. Questo passaggio è fondamentale, perché permetterà in seguito di stabilizzare facilmente la polpa senza l'ausilio di calore, pastorizzazione o esagerato impiego di conservanti.
  3. LAVORAZIONE DELLA FOGLIA: viene eliminata la base, la punta ed i lati spinosi della foglia, perché ricchi di aloina. A questo punto viene estratto solo il gel interno (parenchima), eliminando tutta la parte verde esterna. La decorticazione manuale di ogni foglia è estremamente curata, al fine di ridurre la presenza di aloina.
  4. FLUIDIFICAZIONE DEL GEL: il gel viene lavorato a freddo, senza l’uso di enzimi e/o pastorizzazione. Il prodotto viene omogenizzato per agitazione a vuoto, permettendo di mantenere intatti i componenti attivi di partenza.
  5. STABILIZZAZIONE: sono usati conservanti come il Sodio Benzoato ed il Sorbato di Potassio, un acidificante come l’Acido Citrico ed un antiossidante come l’Acido Ascorbico (Vitamina C).
  6.  IMBOTTIGLIAMENTO
  Il largo utilizzo dell’Aloe in campo alimentare e cosmetico è attribuito ai numerosi componenti attivi (ad oggi, sono stati identificati ben 75 nutrienti), contenuti nella foglia, che presentano notevoli proprietà benefiche per il benessere dell’uomo, grazie alla loro azione combinata e sinergica che amplifica gli effetti dei singoli componenti. I componenti fondamentali dell’Aloe sono:
  • Mono- e polisaccaridi: il più studiato è l’acemannano
  • Aminoacidi essenziali e non: fenilalanina, prolina, leucina, isoleucina, lisina, metionina, valina, tirosina, istidina, arginina, triptofano, treonina, serina
  • Sali minerali: magnesio, potassio, cromo, ferro, fosforo, calcio, manganese, rame, sodio, zinco
  • Vitamine: A (retinolo), B1 (tiamina), B2 (riboflavina), B3 (niacina), B6 (piridossina), B9 (acido folico), B12 (cianocobalammina), C (acido ascorbico), E, β-carotene (provitamina A)
  • Enzimi: amilasi, ossidasi, catalasi, bradichinasi, carbossipeptidasi, cellulasi, ecc.
  • Acidi organici: glutammico, citrico, malico, salicilico, succinico, cinnamico
  • Steroli: campesterolo, colesterolo, β-sitosterolo e lupeolo
  • Lignina: sostanza associata alla cellulosa (favorisce la penetrazione nella pelle)
  • Saponine: glucosidi
  • Antrachinoni: aloina, aloe emodina, acido crisofalico, acido aloetico, acido cinnamico, barbaloina, isobarbaloina, emodina, antranolo, antracene e resistannolo. Molto studiati e si concentrano nella parte verde della foglia.
  Tra le proprietà più importanti:
  • Antinfiammatorio: l’Aloe contiene enzimi (carbossipeptidasi), glicoproteine (aloctina), acidi organici (acido salicilico, campesterolo e β-sitosterolo) che riducono la produzione di prostaglandine e leucotrieni che sono mediatori dell’infiammazione.
  • Antidolorifico: l’enzima bradichinasi inibisce la formazione di bradichinina, un agente infiammatorio e dolorifico; l’acido salicilico inibisce la formazione di prostaglandine infiammatorie.
  • Immunostimolante: la presenza del fitocomplesso formato da aloctina A e acemannano ha evidenziato una notevole attivazione del sistema immunitario che migliora la risposta agli stress stagionali.
  • Depurativo: gli enzimi contenuti permettono ai componenti attivi di penetrare ed eliminare i tessuti morti mentre gli aminoacidi essenziali aiutano la rigenerazione dei tessuti danneggiati e nutrono e rafforzano le cellule sane.
  • Digestivo e lassativo: gli antrachinoni favoriscono la digestione e regolarizzano il transito intestinale; presentano anche attività lassativa o purgante (a dosi più alte). Il succo d’aloe fornisce un valido aiuto in caso di acidità e reflusso gastrico.
  • Antibatterico, antivirale e antimicotico: polisaccaridi (glucomannani), antrachinoni (aloe-emodina) e saponine contrastano la crescita di batteri, virus e funghi, e sinergicamente stimolano l’attività di leucociti e fagociti nella rimozione degli agenti infettivi. Tali proprietà rendono l’aloe, ideale nella formulazione di cosmetici dermopurificanti, deodoranti e antitraspiranti, nonché in detergenti intimi.
  • Cicatrizzante: i polisaccaridi contenuti nel gel stimolano i fibroblasti e la produzione di collagene accelerando la guarigione e la cicatrizzazione di ferite.
  • Idratante e ammorbidente: migliora i caratteri morfologici di pelli aride che risultano più lisce ed omogenee, di pelli grasse che risultano meno untuose e soprattutto pelli senescenti che mostrano un’attenuazione delle rughe. Il potere idratante è dovuto ai polisaccaridi che facilitano l’assorbimento e la penetrazione dell’acqua nella pelle, e attraverso la formazione di una barriera filmogena ne impediscono la perdita per evaporazione o sudorazione.
  • Ristrutturante, lenitivo: efficace lenitivo in caso di ustioni, lesioni ulcerative e dermatiti e rigenerante in caso di eritemi solari o anche abrasioni da rasatura o depilazione. Mentre gli enzimi le garantiscono potere di penetrazione e capacità di liberare il corpo dai tessuti morti, gli aminoacidi forniscono una solida base per la rigenerazione dei tessuti sani.
  • Filtro solare e doposole: schermante e protettivo dai raggi UV e dai raggi X agisce da barriera alle radiazioni eritematogene e dannose verso la pelle esposta al sole; ha un’azione protettiva anche dopo l’esposizione riducendo la fototossicità a carico delle cellule ed è ideale per il trattamento dell’eritema solare per reidratare la pelle scottata, lenire il rossore e calmare il bruciore.
  Per approfondire l'argomento leggi anche questi articoli: Come estrarre il gel dalle foglie di Aloe Vera [Guida] Sapone con Aloe Vera bio: proprietà benefiche per la pelle Benessence by Natura Srl: ricerca e innovazione per il benessere esperto-risponde-02